corso-tutor-dsa

RIPETIZIONI, TUTORING O POTENZIAMENTO COGNITIVO, COS’E’ MEGLIO PER MIO FIGLIO? FACCIAMO CHIAREZZA

Molti genitori che si rivolgono al mio studio mi chiedono quali siano le differenze tra le prestazioni svolte da un insegnante di ripetizioni,un tutor dell’apprendimento e un professionista, e quale di queste figure sia meglio per il proprio figlio.  Queste tre figure seppur molto diverse, per competenze e formazione, agli occhi di persone poco esperte possono svolgere attività molto simili e scegliere quale tra di esse sia la più idonea ad accompagnare i figli nel  percorso scolastico è davvero difficile.
Facciamo un po’ di chiarezza cercando di delinearne i confini di competenza.

a) RIPETIZIONI O AIUTO COMPITI. Le ripetizioni ripropongono i contenuti affrontati a scuola al fine di colmare lacune inerenti ad alcune materie. Queste difficoltà possono essere persistenti ( ad esempio un ragazzo che è sempre andato male in inglese!) o transitorie, ovvero  inerenti ad alcuni specifici argomenti di una materia (ad esempio difficoltà nei logaritmi!). Solitamente le ripetizioni vengono svolte da studenti o ex studenti molto preparati su una determinata materia ma che non hanno conoscenze in merito ai processi neuropsicologici dell’apprendimento né ai disturbi ad essi connessi (DSA ad esempio).
Quindi se le difficoltà sono circoscritte ad alcune materie specifiche può essere utile intraprendere questa strada, mentre se le difficoltà sono generalizzate all’intero percorso (solitamente sono segnalate dalle insegnanti!) è consigliabile chiedere l’aiuto di uno psicologo dell’apprendimento.

b) FIGURA PROFESSIONALE SPECIFICA. E’ solitamente uno psicologo esperto nei processi dell’apprendimento con competenze specifiche per aiutare i ragazzi ad individuare le cause di un “cattivo funzionamento scolastico” in presenza di difficoltà generalizzate. Le cause di queste carenze scolastiche possono essere molteplici. Ad esempio uno studente che va male a scuola potrebbe avere problemi psicologici che interessano lui o la famiglia in quel particolare periodo di vita, problematiche sociali-relazionali con la classe o le insegnanti, o problemi motivazionali. Infine vi possono essere difficoltà determinate dalla mancanza di un buon metodo di studio o da difficoltà cognitive (come in presenza di DSA, ADHD o difficoltà di memoria).
In tutti questi casi è utile rivolgersi ad una figura professionale che sia in grado di individuare le cause delle difficoltà scolastiche (attraverso un iter psicodiagnostico specifico) e  strutturare un percorso di sostegno psicologico o potenziamento cognitivo individualizzato.
Il potenziamento cognitivo è un percorso che mira ad incrementare lo sviluppo di abilità cognitive fondamentali nei processi di apprendimento (memoria, attenzione, capacità di ragionamento ipotetico-deduttivo, etc.). Esso si avvale di strumenti specifici (cartacei e computerizzati) che permettono di allenare e potenziare le abilità cognitive “carenti” coinvolte. In sostanza esso permette di migliorare la difficoltà più velocemente di quanto non accadrebbe senza il trattamento. E’ quindi un percorso molto diverso dal tutoring e dalle ripetizioni poiché non solo non si basa sui compiti scolastici ma implica la conoscenza dei meccanismi neuropsicologici alla base dei processi di apprendimento, e pertanto può essere svolto solo da un clinico abilitato alla professione (psicologo o logopedista).

c) TUTOR DELL’APPRENDIMENTO. E’ una figura che interviene in tutti quei casi in cui le difficoltà scolastiche sono dovute alla mancanza di metodo di studio, organizzazione o strategie specifiche. I tutor lavorano quindi sul materiale scolastico, aiutano i ragazzi a sviluppare la propria autonomia attraverso la strutturazione di strategie di apprendimento efficaci, un metodo di studio personalizzato e un organizzazione dei tempi e degli spazi efficiente. Sono figure professionali che hanno conoscenze di base sui meccanismi di apprendimento e su come aiutare i ragazzi con DSA e ADHD. Essi possono essere psicologi oppure laureati in altre discipline ed aver svolto corsi specifici. In generale lavorano sotto la supervisione del clinico e in rete con la scuola e i genitori per aiutare i ragazzi nel loro percorso scolastico.

A cura della Dott.ssa Martina Valdemarca – Psicologa.

Lo studio di Psicologia Valdemarca offre servizi di consulenza specialistica e potenziamento cognitivo a bambini e ragazzi con difficoltà dell’apprendimento. Per comprendere quale percorso sia più adatto alle esigenze dei vostri bambini non esitate a contattarmi

 

Scrivimi, valuteremo insieme la soluzione più adatta a te

Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Messaggio

Condividi l'articolo